Per l’industria e l’edilizia

Tecnologie per la riduzione dei costi energetici

by admin

Per l’industria e l’edilizia

Tecnologie per la riduzione dei costi energetici

by admin

by admin

Con l’avvento delle normative per il contenimento dei consumi energetici degli edifici si assiste ad un cambiamento nel modo di concepire, realizzare e controllare gli involucri edilizi. (Si rimanda al DM 26.06.2015 per un approfondimento).

Diviene inevitabile integrare nelle attività tecniche di progettazione e direzione lavori altre fasi di controllo qualitativo e funzionale dei manufatti.  La naturale conseguenza è “rendere noto” al consumatore le qualità prestazionali dell’immobile che ha acquistato per prevederne le spese di gestione. SCANTEC mette a disposizione dei propri clienti Tecnici Qualificati secondo UNI-EN- ISO 9712 di provata con esperienza in grado di acquisire i dati necessari con la massima efficacia. SCANTEC utilizza strumentazioni professionali di primarie marche con accessori adeguati alle più svariate situazioni di rilievo.

Le verifiche strumentali che SCANTEC offre, consentono di individuare e risolvere le  problematiche comuni nelle costruzioni edili in muratura ed in legno, in tempi brevi e con la certezza dei dati raccolti. La SCANTEC S.r.l. è in grado di fornire il profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di un’attività e/o impianto industriale, di servizi pubblici o privati e di quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi – benefici.

Indagini termografiche nell’infrarosso

PONTI TERMICI, ISOLAMENTO DELL’INVOLUCRO

Le applicazioni tipiche delle indagini termografiche sono:

  • Individuazione di difetti della struttura muraria;
  • Visualizzazione delle dispersioni termiche;
  • Controllo infiltrazioni di acqua e/o di umidità;
  • Controllo dell’avanzamento dell’asciugatura dell’umidità;
  • Ricerca dei difetti di tenuta all’aria di serramenti e sottotetti;
  • Verifiche tenuta tipo “Blower door test”;
  • Pianificazione del risanamento edilizio;
  • Localizzazione perdite acqua a pressione e scarichi;
  • Pianificazione degli interventi di restauro degli edifici storici;
Prova della tenuta all’aria – Blower door test

IMPERMEABILITÀ DELL’INVOLUCRO

L’involucro di un edificio energeticamente efficiente deve essere impermeabile al vento, perché le infiltrazioni d’aria incontrollate attraverso giunti e fessure aumentano il fabbisogno termico. L’impermeabilità può essere accertata tramite un Blower-Door-Test. In condizioni di una differenza di pressione di 50 Pa (Pascal) il tasso di ricambio d’aria per infiltrazione (n50) deve essere compreso tra 1,5 e 3 V/h.

Il Blower door test viene applicato per verificare:

  • La tenuta di controtelai e serramenti; localizzare i difetti;
  • La tenuta delle coperture in legno; localizzare le perdite;
  • La buona posa delle guaine isolanti e della barriera vapore su pareti verticali di edifici in legno;
  • I parametri di ricambio d’aria previsti a progetto.
Misura delle trasmittanze

CARATTERISTICHE TERMOFISICHE DELL’INVOLUCRO

Si esegue mediante i termoflussimetri e si usa per:

  • Determinare il valore della trasmittanza termica di murature disomogenee di edifici storici in fase di riqualificazione energetica;
  • Verificare in nuovi edifici la trasmittanza reale delle pareti rispetto ai dati di progetto.

MONITORAGGI AMBIENTALI

La verifica dell’effettiva qualità del Confort interno avviene mediante il rilievo in continuo di parametri fisici e chimici. Identificare la distribuzione delle temperature e umidità interne all’edificio, il tasso di CO2 o la presenza di inquinanti volatili (VOC) a volte in combinazione con i rilevamenti  :

  • Blower door test,
  • termografia,
  • software di simulazione confort termico,
  • rilevamenti ambientali per la presenza Campi Elettromagnetici (CEM)

Permettono di determinare le origini di possibili malesseri sorti all’interno dell’ambiente domestico e quindi di trovare le soluzioni più opportune.

Top